In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore paiolo da polenta per le proprie esigenze.

Quanti di voi ricordano qualcuno impegnato a preparare una laboriosa polenta nelle fredde giornate d’inverno? Sicuramente in molti, e, insieme al profumo del piatto ormai terminato, si dovrebbe avere ricordo anche di quanta fatica costasse questa preparazione. La caratteristica di un’ottima polenta, senza grumi e bruciatura, infatti, è girare in continuazione. Lo scopo è quello di non fare attaccare il composto al fondo della pentola utilizzata. Bisogna anche dire, poi, che per raggiungere questo scopo si doveva utilizzare un contenitore preciso. Infatti, come vuole la tradizione settentrionale e, in particolare, quella della Valtellina, per ottenere la polenta perfetta per gusto e consistenza bisogna utilizzare necessariamente il paiolo.

Ma di cosa stiamo parlando esattamente? Si tratta di uno strumento antico che, nel corso degli anni, ha subito delle mutazioni moderne. Gli amanti della polenta, però, non sono molto aperti a queste innovazioni e preferiscono rifarsi sempre alla tradizione. Per quanto questa richieda sacrificio, un dispendio di tempo maggiore e una certa fatica fisica.

Il paiolo deve avere la sua forma caratteristica con due manici ai lati e deve essere realizzato in rame. Anticamente, poi, questo era agganciato su un’apposita catena all’interno di un caminetto, dove avveniva la cottura. Per quanto riguarda la realizzazione del piatto, questo è composto di elementi molto semplici, visto che proviene dalla cultura contadina. Stiamo parlando della farina di mais che deve essere lavorata all’interno del paiolo con acqua, sale grosso e olio extravergine di oliva, evitando la formazione di grumi. Di norma, durante la cottura il prodotto è amalgamato con un classico cucchiaio di legno.

Come Scegliere Paiolo per Polenta

Bestseller No. 1
Ardes AR2480 Paiolo In Rame Per Polenta e Marmellata Porzioni Per 8/12 Persone Diametro 28 cm
  • Dimensioni:Larghezza 31 cm Profondità; 28,5 cm Altezza 28,5 cm; Ø orlo 28 cm; Ø fondo 17,5 cm, altezza pentola paiolo 15 cm
  • Motore estraibile con esclusivo fissaggio a baionetta
  • Velocità di rotazione della pala = 1,8 rpm (quasi due giri al minuto) che permette di cuocere fino alla consistenza desiderata
  • Capacità pentola 3,5 lt di acqua e 700 g di farina
  • Manuale: Italiano, Ricettario: Francese
Bestseller No. 2
MACOM - 851-31 - Macchina per Polenta con Paiolo di Diametro 31 cm in Rame Pale e Motore
  • Paiolo in rame per polenta con miscelatore elettrico, rame 99,9%, alimentazione 230V-50Hz, diametro 31cm, potenza 4W.
Bestseller No. 3
Ardes AR2460 Paiolo Elettrico in Rame Per Polenta e Marmellata Porzioni Per 4/7 persone, Ø 26 cm
  • Dimensioni: Larghezza 29 cm Profondità 27 cm Altezza 27,5 cm; Ø orlo 26 cm; Ø fondo 17 cm, altezza pentola paiolo 14 cm
  • Motore estraibile con esclusivo fissaggio a baionetta
  • Capacità paiolo: 2,5 lt di acqua e 500 grammi di farina
  • Ideale per la preparazione di polenta o marmellate
  • Velocità di rotazione della pala = 1,8 rpm (quasi due giri al minuto) che permette di cuocere fino alla consistenza desiderata
Bestseller No. 4
Ardes AR2440 Paiolo In Rame Per Polenta e Marmellata Porzioni Per 2/4 Persone Diametro 24 cm
  • Dimensioni: Larghezza 27 cm Profondità; 25 cm Altezza 26 cm; Ø orlo 24 cm; Ø fondo 15 cm, altezza pentola paiolo 12,5 cm
  • Motore estraibile con esclusivo fissaggio a baionetta.
  • Capacià paiolo: 2 lt di acqua e 400 grammi di farina
  • Ideale per la preparazione di polenta o marmellate
  • Velocità di rotazione della pala = 1,8 rpm che permette di cuocere fino alla consistenza desiderata
Bestseller No. 5
Pentole Agnelli ALMA16526 Alluminio Professionale 3 mm, Paiolo per Polenta con Manico, 6 L
  • Manico in alluminio
  • Alluminio professionale 3 mm
  • Conducibilità termica: 225 W/m°K
  • Peso specifico: 2,7 kg/dm3
  • Diametro 26 cm

Dopo avere lasciato spazio alla tradizione, ora dedichiamoci a quelle innovazioni tecniche di cui abbiamo accennato, in modo particolare ci riferiamo al paiolo elettrico per polenta. Nella sostanza, si tratta di un motore che, abbinato al classico contenitore di rame, aiuta a rendere meno fatiosa la realizzazione del prodotto finale. Questo motore, dotato di pale alla sua estremità, è fissato al bordo del paiolo e garantisce di mescolare senza interruzioni i prodotti al suo interno. Considerato questo, dunque, il paiolo elettrico sembra essere lo strumento perfetto per cuocere la polenta, nel caso non si voglia ricorrere a quella precotta, ma non si abbia nemmeno il tempo si supervisionare ogni singolo momento della preparazione. Non stiamo parlando solo della polenta di mais, ma anche gli altri tipi, come la polenta taragna o la panissa ligure, ossia una sorte di polenta fatta con farina di ceci. A questo punto, però, acquistare un paiolo elettrico potrebbe sembrare un’opzione rinunciabile, se finalizzato esclusivamente a portare in tavola la famigerata polenta. In realtà questo strumento si adatta alla perfezione anche ad altre preparazioni, come il risotto.

Per esempio, per la polenta, portate l’acqua all’ebollizione, salatela, gettate la farina mescolando con la frusta, e solo a questo punto avvitate il motore elettrico. Durante la cottura date comunque un’occhiata, e se vedete che serve, date una mescolata con un cucchiaio di legno, ovviamente dopo avere spento il motore. Alla fine della cottura sicuramente la polenta si sarà attaccata al paiolo, a questo punto riempitelo di acqua fredda e aceto e lasciatelo riposare alcune ore, la polenta si staccherà per bene. Ovviamente, non mettete i vostri paioli di rame in lavastoviglie. Sempre per quanto riguarda il materiale con il quale è realizzato il vostro paiolo, tenete presente che potete trovarlo anche in acciaio e addirittura in plastica. Anche per quanto riguarda la forma è possibile trovarne di diverse. Alcune prendono ispirazione da quella tradizionale, altre, invece, si rifanno a quelle di normali pentole moderne.

Che siate propensi a seguire la tradizione o vogliate puntare di più sulla modernità, dovete tenere conto di un piccolo particolare, per quanto riguarda il rame. Questo, infatti, necessita di un’attenzione particolare per quanto riguarda la pulizia e la manutenzione. Infatti, nonostante si siano raggiunti dei bagni sempre più sicuri, è, meglio prestare attenzione a delle eventuali sbeccature. Nel caso si presentassero, è consigliabile non cucinare con il paiolo e portarlo immediatamente a rinnovare la stagnatura.

Per quanto riguarda, poi, la pulizia, anche questa risulta essere più semplice di quanto si potrebbe pensare. Innanzi tutto va fatta una distinzione tra esterno e interno. Per quanto riguarda la superficie esterna è sufficiente utilizzare una spugna morbida, non abrasiva, e del detergente per stoviglie. Per quanto riguarda l’esterno, invece, questo può essere deterso alla perfezione usando semplicemente dell’aceto salato. Questo può essere preparato tranquillamente in casa, facendo sciogliere del sale grosso dentro un po’ di aceto. Le quantità possono scelte e proporzionate in base all’uso che se ne vuole fare. Ossia, se avete più pentole in rame da lavare. A questo punto basta bagnare una spugna morbida nel liquido che avete preparato e strofinare l’esterno. Fatto questo, è sufficiente sciacquare e asciugare con cura. Ricordate, però, che con l’aceto e il sale si possono pulire le pentole in rame solo in relazione all’ossido che si forma nel tempo. Per quanto riguarda l’attacco dei cibi non c’è molto che si può fare.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile individuare il migliore paiolo da polenta in modo semplice e veloce.

No products for "paiolo per polenta" found.