In questo articolo si discuterà in generale degli acquari e delle varie tipologie di pesci che lo possono abitare.

Verranno sottolineati i comportamenti e gli atteggiamenti corretti da tenere per una buona riuscita di allevamento pesci in un acquario di qualsiasi genere, che deve però rispettare certe caratteristiche.

Pesci d’acquario. Il pesce rosso, il pesce neon

Passione sempre più diffusa quella dei pesci d’acquario, che spesso vede creare veri e propri ambienti scenografici per questi piccoli animali. I pesci maggiormente diffusi sono quelli d’acqua dolce, ma qualcuno può anche permettersi la bellezza e purtroppo costosa passione dei pesci marini. Prima di acquistare un pesciolino è necessario esseri informati e sapere quello che ci aspetta, perché anche un piccolo pesce rosso ha delle precise esigenze per la sua sopravvivenza e benessere. Non basta infatti avere una boccia di vetro e una piantina decorativa, ci sono di fatto delle regole che devono essere rispettate tassativamente. Ci sono acquari semplici, a volte di piccole dimensioni, che non hanno bisogno di particolare manutenzione, ci sono invece acquari più complessi, che richiedono una maggiore gestione. Risulta essere comunque consigliato prendere un acquario con filtro e ricambio automatico d’acqua, per una maggiore stabilità dell’ecosistema e vostra, infatti gli acquari possono diventare veri e propri nidi popolati da microorganismi batterici. Per una specifica istruzione sulla manutenzione degli acquari e consigliato leggere dei libri o trovare informazioni attendibili su internet.

Dopo questa piccola premessa possiamo soffermarci sulle schede dei pesci principali che coloreranno il vostro acquario. Iniziamo a parlare dei comuni e conosciutissimi pesci rossi. Il pesce rosso appartiene alla famiglia dei Ciprinidi ed è ormai diffuso in tutta Europa. Risulta essere un pesce facile da curare, in quanto mangia qualsiasi cibo voi gli forniate, dai preparati secchi, fino ad arrivare alle piante e agli animaletti vivi. Come si evince dal nome, presenta una colorazione rossa che può sfumare verso un colore più chiaro che lo caratterizza e lo rende inconfondibile. Allestire un acquario per pesci rossi non dovrebbe essere così difficile in quanto il pesce rosso non ha particolari esigenze, se non un’acqua a temperatura ambiente, calma e ricca di vegetazione, ma la loro condizione ottimale sarebbe quella di stare in laghetti naturali e all’aperto. Non hanno problemi di convivenza con nessun tipo di pesce. Depositano molte uova solitamente sulle piantine e sulle vegetazioni dell’acquario. Un altro tipo di pesce diffuso e amato da tutti gli appassionati è il cosiddetto pesce Neon.

Bestseller No. 1
Acquario Nanolife Kidz 30 bianco Zolux
  • zolux
  • Questo acquario rettangolare in vetro vanta un design fluidifié, senza fronzoli, e tutto in
Bestseller No. 2
Wave Acquario Wave Laguna Led 30
  • Con sistema di illuminazione e filtraggio inclusi.
  • Impianto di illuminazione con 6 led bianchi x 0,5w, per un totale di 3w.
  • Filtro interno a cascata con pompa di riciclo.
  • Capacità 20 lt
  • Colore nero
Bestseller No. 3
Mondpalast @ Distributore Automático di Cibo pesce per Pesci pesce con regola timer LCD Per Acquari acquario
  • Dai da mangiare ai pesci a un'ora determinata, al massimo 4 volte al giorno.
  • Questo articolo può essere utilizzato solo per il cibo secco.
  • Quantità e ora possono essere impostati.
  • Si prega di inserire questo articolo sopra il serbatoio più alto per evitare che il cibo diventi umido.
  • Dimensioni: 12 x 11 x 8 cm.
Bestseller No. 4
MFEIR Piccolo USB mini pesci d'acquario serbatoio pesci ornamentali ecologia serbatoio,Nero
  • Il materiale: La plastica (principale) e il metallo
  • Le batterie: 3 * AA (non incluse) per LCD
  • LED luce: 6 LED bianchi e 2 LED di variazione cromatica
  • Il LCD schermo:l' orologio,il calendario,la sveglia,la temperatura dimensione
  • I'articolo: ca. 9,5 x 8 x 4 pollici / 24 * 20 * 9,7 centimetri
Bestseller No. 5
Umbra Vaschetta per pesci Hotel marino, colore: Bianco
  • Acquario umbra fishhotel design Teddy Luong
  • Acquario per pesce rosso firmato Umbra Design premio 2009 del Design
  • Misure 19 x 19 x 20 cm
  • Colore Bianco

Il pesce Neon, il pesce Baciucchione, il pesce Bunocefalo

Risulta essere grande circa 4-5 cm e proviene maggiormente dall’Asia, ed è apprezzato in particolare per i suoi sfarzosi e brillanti colori che vanno dal rosso al blu elettrico. Risulta essere consigliato prenderne più di un esemplare per il loro benessere, è infatti un pesce che non sta da solo ma che al contrario ama stare con tanti altri pesci Neon nell’acquario. In questo caso la temperatura dell’acqua non deve per nessun motivo superare i 24 gradi, è quindi importante fare particolare attenzione, altrimenti il vostro pesciolino Neon potrà contrarre malattie o addirittura morire. Se si decide di far riprodurre i pesci Neon bisogna prestare qualche accorgimento in più. E’ necessario infatti proteggere le uova deposte con una rete, altrimenti potrebbero venire mangiate dagli stessi Neon. Inoltre l’acqua deve essere ad una temperatura di 20 o 22 gradi e un ph tra 6 e 7 per uno sviluppo ottimale delle uova. Anch’essi si adattano a tutti i tipi di mangimi e non hanno particolari problemi a vivere con altri pesci, sempre che siano più piccoli di dimensioni di loro.

Un simpatico pesce che rallegra la vostra vasca è sicuramente il pesce Helostoma Temminckii detto comunemente pesce Baciucchione per la sua attività di “baciatore di vetri“. E’ grande all’incirca 10-15 cm e proviene dalla Tailandia. Risulta essere onnivoro e necessita di una temperatura acquatica che va dai 22 gradi ai 28 gradi ed un ph di circa 6,5 fino agli 8,5. Come colorazione varia dal rosa al verde in base alla sua regione di provenienza. Risulta essere abbastanza pacifico e convive con la maggior parte degli altri pesci. Un comportamento molto caratteristico di questa famiglia è il famoso bacio con altri maschi della propria specie come dimostrazione di forza.

Un esemplare molto particolare che si adatta a vivere con tutti i pesci è il Bunocefalo, della famiglia degli Aspredinidi. Ha una forma diversa dal solito, infatti è molto piatto ed allungato. La colorazione è piuttosto scura ma può arrivare anche ad un marrone chiaro. Necessita di una temperatura di circa 20 o 25 gradi ma non ha particolari esigenze di ph. E’ importante però che l’acquario abbia uno spesso strato di sabbia sottile e fine, infatti di giorno il Bunocefalo si seppellisce nella sabbia e esce invece di notte.

Pesce Ciclide dai due ocelli, pesce Anabantide, pesce Corid

Un altro colorato e sfarzoso pesce è il Ciclide dai due ocelli, della famiglia dei Ciclidi. Proviene dal Rio delle Amazzoni ed è caratterizzato da tante strisce trasversali tutte colorate che tendono a scomparire con l’avanzare dell’età. Può diventare grande fino a 18 cm e le colorazioni principali vanno dal grigio-bruno al rosso lucente. La temperatura dell’acqua deve variare dai 22 ai 24°C e il valore del ph deve essere medio. Al contrario degli altri esemplari non necessita di piante, ma deve al contrario essere circondato da pietre e ghiaia fine. Anche come alimentazione ha esigenze più specifiche, infatti predilige il mangime vivo. Fino a quando giovane può vivere in branco, ma con l’avanzare dell’età preferisce essere più solitario e tranquillo. Per la riproduzione la temperatura dell’acqua deve salire fino a 28 gradi.

Dalla penisola Indiana arriva invece un pesce della famiglia degli Anabantidi. Con i suoi colori sferzanti che vanno dal rosso vivo fino all’azzurro e al verde smeraldo metterà luce ed allegria al vostro ambiente. Arriva fino a 5 cm e predilige una temperatura di 24 o 28 gradi e nessuna particolare esigenza per quanto riguarda il ph. Mangia dal cibo secco al mangime vivo, e come ambiente necessita di molte piantine sul fondo e poche fluttuanti. Vive tranquillamente con tutti gli altri pesci,e nel periodo della riproduzione lo vedrete impegnato nella costruzione di nidi di schiuma ed alghe. E’ importante prestare particolare attenzione perché questo esemplare allegro ama molto saltare fuori dall’acqua!

Dalla famiglia dei Callictidi arriva il pesce Coridoras. Originario del Sudamerica vive praticamente quasi sempre sul fondo. Per questo motivo necessita assolutamente di fondi con sabbia e melma, trova infatti lì il suo totale e completo nutrimento. Come ambiente deve esserci acqua bassa, ricca di piante e di sassi o rami in cui il Coridoras possa nascondersi ogni volta che lo desidera. La temperatura deve essere di circa 20 gradi con un ph di 7. Vive in branchi e non ha problemi con altri pesci. E’ di indole pacifica e mangia qualsiasi cibo voi gli diate.

Pesci d’acqua dolce per acquari

Il Danio gigante, della famiglia dei Ciprinidi, viene dall’India ed ha una forma allungata che può raggiungere i 12 cm. Offre sfumature di colori che vanno dall’argento al rosa con 3 o 4 strisce lungo il corpo colorate di blu elettrico. Di solito in natura si trova in acque correnti, quindi in cattività necessita di grandi vasche con fitta vegetazione sul fondo ed un’adeguata illuminazione naturale. Durante la riproduzione si nutre molto di insetti, ma si ciba soprattutto di cibo secco o vivo. E’ molto pacifico ma bisogna prestare particolare attenzione perché è parecchio ghiotto di uova…

Di pesci di acqua dolce per acquario ce ne sono veramente un’infinità e io ho elencato solo una piccola parte dei principali. Come avrete potuto notare ogni specie e ogni famiglia di pesci ha delle esigenze particolari, dall’ambientazione al ph dell’acqua, senza contare che non tutti i pesci possono convivere pacificamente tra di loro.

Acquari marini e pesci marini

Facciamo qualche breve accenno sugli acquari marini e i pesci marini. Prima di tutto i pesci marini necessitano di vasche molto grandi, la più piccola deve avere una capienza di almeno 100 litri. Bisogna inoltre tenere conto che l’acqua sarà salata, e come ben si sa il sale è un materiale che corrode ad alta velocità, quindi nel vostro acquario non ci deve essere nessun oggetto metallico o altro che si corroda avvelenando l’acqua. Si può usare acqua marina vera, oppure si possono acquistare vere e proprie miscele adatte allo scopo.

Risulta essere importante seguire le istruzioni passo passo perché non basta miscelare l’acqua con il sale, ma bisogna seguire indicazioni più precise e anche complicate. Anche in questo caso ci deve essere un meccanismo di filtraggio, ma ci si può affidare anche ad “animali filtro” che svolgono naturalmente il ruolo meccanico, come ad esempio le spugne vive, alghe apposite e coralli speciali. Anche nell’alimentazione bisognerà cercare di riprodurre nel più simile dei modi la natura a cui i pesci sono abituati a stare. Non bisogna quindi esagerare con il mangime, ma bisogna anche darlo in tempi ben precisi. Per questo motivo è opportuno inserire nell’acquario materiali come alghe o rocce, dove nel normale ecosistema si riproducono microorganismi quali piccoli vermi, alghette o addirittura crostacei.

Molti lo ignorano, ma è importante somministrare periodicamente ai vostri pesci marini d’acquario un adatto complesso multivitaminico che renda il loro sistema immunitario più forte e stabile. Si raccomanda inoltre di tenere monitorata la temperatura con un termometro apposito che sarà sempre inserito nel vostro acquario. Il ph del vostro acquario dovrà essere sugli 8.3. Prima di intraprendere tale impegno è meglio documentarsi in dettagliata maniera, anche perché gestire un acquario marino è molto costoso. Ci sono molti pesci marini e come si sa il mare è molto grande, e non spesso i pesci convivono pacificamente. Di certo i colori e la varietà dei pesci marini darà un tocco di allegria e originalità alla vostra casa. Ci sono ad esempio i pesci pagliaccio con le loro sfarzose tonalità, oppure il simpatico pesce palla, o il pesce riccio pronto a gonfiarsi tutte le volte che si sente minacciato fino ad arrivare allo stupendo cavalluccio marino o alla temibile murena, al pesce chirurgo e tantissime altre specie. Un’infinità e interessante varietà che richiede attenta e particolare documentazione.

No products for "acquario per pesci" found.