In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore caricabatterie portatile per le proprie esigenze.

Telefono, connessione Internet e applicazioni rendono lo smartphone uno strumento ormai irrinunciabile per molte persone, che lo usano sia per lavorare che per il tempo libero. Lo smartphone infatti permette di interagire sui principali social network, di usare la messaggistica, di gestire il proprio conto corrente e molto altro ancora, per cui ci si pone sempre il problema della batteria, o meglio, della sua durata.

Le numerose funzionalità infatti, insieme alla connessione continua e alla potenza sempre maggiore, portano ad un elevato consumo di energia e riducono di molto l’autonomia del telefono.
Succede così di ritrovarci con il telefono scarico magari proprio nel momento in cui ci serve di più e se ci capita quando ci troviamo fuori casa, ricaricare non è sempre tanto facile.

Per fortuna una soluzione a tale frequente inconveniente c’è e consiste nel carica batterie portatile, chiamato Power Bank.

No products for "caricabatterie portatile" found.

Vediamo dunque di vedere più da vicino di cosa si tratta ed analizziamo le caratteristiche principali di questo comodo strumento, così che ci si possa regolare meglio al momento dell’acquisto.
Esso non è altro che un carica batterie portatile che permette di ricaricare lo smartphone anche quando non c’è una presa di corrente, quindi in movimento.
Sono dispositivi dotati di una batteria che si ricaricano con un cavo USB, in grado perciò di cedere la propria energia ricaricando con essa i telefoni e spesso anche i tablet.
Essi sono in pratica una specie di batteria di scorta che si collega al telefono e lo ricarica.
Non avendo schermi, tali dispositivi presentano il grande vantaggio di consumare pochissima energia, pertanto tutta quella che viene accumulata rimane disponibile per il telefono. Ci sono modelli capaci di ricaricare completamente uno smartphone anche per più volte.

Non c’è un solo tipo di carica batteria, il mercato offre tanti che differiscono tra un modello e l’altro sotto vari aspetti tutt’altro che marginali, essi sono infatti diversi per dimensioni, peso, velocità, capacità di ricarica, per cui scegliere il modello giusto per le proprie esigenze è meno facile ed immediato di quanto potrebbe sembrare.

Vediamo come stabilire quale modello di Power Bank fa al proprio caso e come capire quale risulta essere quello giusto per le proprie esigenze.
Cominciamo con il dire che tre sono le caratteristiche alle quali si dovrebbe prestare maggiore attenzione, potenza, utilizzo e compatibilità.
Per quanto riguarda la potenza, diciamo subito che quando essa è al di sotto dei 3000mAh l’autonomia del telefono può essere prolungata di qualche ora, mentre con un valore superiore la ricarica diviene completa.
Per ciò che concerne l’utilizzo invece, cercate prima di tutto di capire quali sono le vostre necessità e soprattutto cosa dovrete ricaricare. Se per gli smartphone infatti sono sufficienti le porte USB da 1 ampere, per gli smartphone sono indispensabili quelle da 2.
Si possono trovare in commercio carica batterie portatili con due porte USB differenziate e anche dispositivi ancora più sofisticati in grado di autoricaricarsi fino ad arrivare a 2 ampere all’occorrenza.
Infine, analizziamo l’aspetto della compatibilità. In realtà essa non comporta grossi problemi, visto che le porte USB sono comuni e compatibili con tutti i telefoni ed i tablet, tuttavia è vero anche che le prestazioni risultano diverse in base al modello usato. Il consiglio è quello di scegliere un Power Bank totalmente compatibile in modo tale che esso possa dare il meglio della performance possibile.

Insomma, come potete vedere, scegliere il carica batterie portatile risulta più facile se si analizzano a fondo le proprie esigenze.
Ovviamente, accanto a queste tre principali caratteristiche sopra menzionate, troviamo altri elementi da valutare, come il costo ed il design.
Questo, come facilmente intuibile, non è di fondamentale importanza e risponde essenzialmente al gusto di ciascuno.

Per quanto riguarda il costo ovviamente, esso dipende da diversi fattori e sta a voi scegliere quanto volete o potete spendere per tale strumento, una stima precisa dei prezzi non è possibile, ma tendenzialmente essi vanno da poco più di 20 euro ad oltre 60 euro.
Anche se risparmiare è un’esigenza di tutti ed è anche assolutamente legittima, diffidate dei prodotti di questo tipo in vendita a prezzi esageratamente bassi, poiché potrebbero nascondere problemi di funzionalità che potrebbero di conseguenza costringervi a buttare l’articolo da poco acquistato per sostituirlo con uno di qualità migliore.
Per il resto tenete presente che il carica batterie portatile è un oggetto di indiscutibile utilità per chi usa molto smartphone e tablet, visto che permette la massima libertà del loro utilizzo grazie alla possibilità di poterli ricaricare in qualsiasi momento ed ovunque ci si trovi, chi appartiene a questa categoria quindi, trarrà certamente grande vantaggio.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore caricabatterie portatile in modo semplice e veloce.

No products for "caricabatterie portatile" found.