In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore carrello portafrutta per le proprie esigenze.

In cucina sembra non esserci mai spazio sufficiente per riporre oggetti e, soprattutto, gli alimenti acquistati. Per questo motivo, dunque, ogni aiuto o aggiunta possibile è gradita.

Una di queste, per esempio, è rappresentata dal carrello portafrutta. Certo alcuni, soprattutto chi non vuole avere troppi fastidi a ostacolare il passaggio e a occupare spazio prezioso, potrebbero obiettare riguardo la loro effettiva utilità.

In realtà, però, se gestiti bene e inseriti nel giusto contesto, i carrelli portafrutta possono mostrare delle doti quasi nascoste. In definitiva, chi accetta di utilizzarli per un determinato periodo, solitamente arriverà a apprezzare in modo irrimediabile, tanto da non poterne più farne a meno.

No products for "carrello portafrutta" found.

Detto questo, diamo uno sguardo più da vicino a questo oggetto. Iniziando dalla struttura, si tratta di più ripiani, dai tre ai quattro, soprapposti uno sull’altro in verticale. Al loro interno ci sono dei cesti, mentre l’ultimo piano termina con una base che, oltre a ospitare fruttiere o piccoli elettrodomestici, può rappresentare anche un’altra superficie d’appoggio che, in cucina, non è mai di troppo.

A rendere veramente unico un carrello portafrutta è la facilità con cui può essere spostato, in base alle diverse necessità, grazie alle sue quattro rotelle. In questo modo, per esempio, può addirittura arrivare a prendere il posto del classico carrello portavivande, soprattutto durante le cene con amici e parenti. Nonostante questo accessorio casalingo non sia del tutto scomparso, ma solo sostituito da modelli più moderni, molti preferiscono utilizzare proprio i carrelli portafrutta. Nonostante quanto si possa credere, infatti, anche in questo caso possono diventare un elemento importante durante una cena impegnativa. Grazie a loro, infatti, possono essere presentati dei veri e propri trionfi di frutta, oppure offrire una varietà infinita di vitamina da scegliere direttamente dai diversi ripiani, mentre sulla base fa bella mostra un dolce, magari a base fruttata.

Tutto ciò, dunque, sfata l’idea poco veritiera secondo cui il posto di un carrello per la frutta è solamente la cucina e, nel migliore dei casi, solamente di stile classico. In realtà, consapevoli delle necessità moderne e, soprattutto, dei diversi gusti, le varie ditte produttrici hanno messo sul mercato soluzioni che, utilizzando materiale e forme diverse, si adattano a diversi ambienti e stili. Ecco, dunque, che un carrello portafrutta può trovare il posto perfetto anche all’interno di una cucina dal gusto moderno. Per essere più chiari, ci si riferisce a un ambiente caratterizzato da mobili e pensili molto moderni in cui la tecnologia e la leggerezza la fanno da padrone, grazie soprattutto ai materiali e ai colori utilizzati. Quasi sempre, infatti, ci si trova davanti a mobili realizzati in metallo con delle tinte piuttosto gelide. In questo caso, trovare un carrello per frutta non è certo un’impresa impossibile, basta dirigersi verso dell’oggettistica più particolare dalle forme pulite e, soprattutto, realizzata con materiali metallici. In commercio, per esempio, è possibile trovare un modello interamente in acciaio inox con cestelli a vista e un ripiano trasparente. In questo caso la leggerezza dell’insieme è garantito e il carrello si abbina alla perfezione all’insieme della cucina.

Nel caso, poi, oltre allo stile, il problema fosse lo spazio, esistono delle versioni richiudibili che, all’occorrenza, possono essere utilizzate proprio per facilitare le manovre in presenza di ospiti. Anche in questo caso la struttura è in acciaio mentre, per quanto riguarda la gestione degli spazi, ci si trova davanti a due basi, una all’inizio e un’altra alla fine, mentre al centro viene posizionato un vero e propri cestino dove inserire la frutta. Come accennato, questo modello potrebbe rappresentare la soluzione giusta da utilizzare in occasione di una cena. In un colpo solo, infatti, possono essere portati a tavola la selezione di frutta, il dolce scelto e lo spumante con bicchieri. Oltre a un eventuale caffè di fine cena.

Per chi, invece, è alla ricerca di un carrello portafrutta che, oltre a seguire un gusto classico, è destinato a non lasciare mai la cucina, il discorso è diverso e anche più sfaccettato. In questo caso, infatti, l’acciaio lascia decisamente il campo per fare spazio al più antico e solido tra i materiali, ossia il legno. Stabilita questa sicurezza, è la volta di scegliere e applicare una serie di varianti. Questi modelli, infatti, oltre alla presenza dei classici cestelli per la frutta, possono presentare anche da uno a due cassetti dove poter riporre posate o tovaglie, a seconda delle proprie esigenze di spazio. Nel caso, invece, in casa il vino la faccia da padrone e abbia sempre una posizione di prestigio sulla tavola, allora, è possibile scegliere anche alcuni modelli con una piccola cantina inserita prima dei diversi ripiani. Giusto per avere il proprio vino preferito sempre a portata di mano. Per finire, poi, non bisogna dimenticare una soluzione che potrebbe incontrare i gusti dei più giovani. In questo caso, infatti, il carrello è formato da tre cassette della frutta.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere il migliore carrello portafrutta in modo semplice e veloce.

No products for "carrello portafrutta" found.