In questa guida mettiamo a disposizione consigli utili su come scegliere la migliore centrifuga per insalata.

A prima vista sembra trattarsi di uno strumento da cucina piuttosto semplice, ma la sua scelta deve rispondere a alcuni quesiti precisi.

Vediamo quindi quale risulta essere l’effettiva funzionalità di una centrifuga per insalata e quali devono essere le caratteristiche principali cui non bisogna rinunciare.

Iniziamo con il dire che questo strumento quotidiano non deve rappresentare l’ennesimo oggetto  da tenere sugli scaffali, occupando del posto inutilmente. Più che altro, invece, deve essere considerato e poi acquistato come lo strumento necessario per acquistare e servire sempre verdure fresche, rinunciando facilmente a scegliere, per esempio, le buste di insalata già lavata. La classica centrifuga per insalata è entrata nelle nostre cucine anni fa e ancora si fa apprezzare per la praticità con cui consente di asciugare la verdura da consumare cruda. Nonostante sia un oggetto di uso comune è piuttosto elementare nella sua struttura, ci sono comunque degli elementi che devono essere considerati in funzione dell’acquisto.

Come Scegliere Centrifuga per Insalata

No products for "centrifuga per insalata" found.

Nella selezione del prodotto giusto per capacità e costo, è importante che l’attenzione si concentri sul sistema di azionamento. Ossia il meccanismo che permette al cestello interno di ruotare.

Questo, in breve, è il modo in cui funziona. Il cestello, traforato come fosse uno scolapasta, ruota su un perno e, grazie all’attrito minimo, consente una rapida rotazione che fa uscire l’acqua. Essendo parti delicate e sempre in movimento è anche importante che non siano sottoposte a troppa pressione.

A questo punto, è importante capire quale modello scegliere per garantire la migliore funzione della rotazione. Tra i modelli più venduti ci sono sicuramente i modelli più classici con anello con cui guidare la rotazione del cestino. Però sono molto quotati anche i prodotti di nuova generazione a stantuffo, visto che hanno meno parti sottoposte a stress e quindi meno soggette a deterioramento e rottura.

I modelli considerati tra i migliori, infatti, sono quelli in grado di esaltare la capacità di abbattere i tempi necessari per pulire e portare a tavola insalata fresca e croccante completamente priva di acqua in eccesso. Però, per svolgere questa funzionalità al meglio, bisogna tenere in conto anche un altro elemento, ossia la capacità del cesto di ospitare una lattuga intera piuttosto che solo qualche foglia per volta. Però, i modelli in grado di contenere un cespo intero sono inevitabilmente molto più grandi e occupano maggiore spazio tra gli utensili della cucina. Quindi, se siete alla ricerca del giusto compromesso, è inevitabilmente necessario dirigersi verso una capacità media.

Chiudiamo la lista delle caratteristiche tenendo presente il materiale. Infatti, nonostante sul mercato siano state varie soluzioni e le soluzioni sono piuttosto varie, per la realizzazione di questi attrezzi da cucina è stata privilegiata la plastica. Questo perché si tratta di un materiare versatile, leggero, comodo e rende la centrifuga per insalata ideale per essere usata con facilità e riposta ovunque grazie al peso ridotto.

Ma non tutta la plastica è uguale. Per questo motivo è sempre consigliabile diffidare di soluzioni troppo sottili o che diano l’idea di poca robustezza. Infatti, come abbiamo già puntualizzato, la continua sollecitazione delle parti al movimento, non a caso si parla di forza centrifuga, stressa le componenti più piccole, a volte proprio la manovella che imprime il movimento, la cui rottura renderebbe inservibile l’intero strumento.

Migliori Centrifughe per Insalata

A questo, punto, stabilite poche e fondamentali direttive per l’acquisto, vediamo alcuni dei modelli considerati tra i migliori dagli acquirenti. A quanto pare, la Leifheit 23200 non vince solamente la corona di prodotto più appetibile, ma anche di più divertente. Questo elemento dipende in modo particolare dal suo sistema a cordicella. Sembra essere, sempre considerando le argomentazioni di chi lo ha acquistato, una caratteristica davvero divertente da utilizzare e incredibilmente efficace. Più veloce delle centrifughe a manovella, svolge il suo lavoro alla perfezione asciugando insalata e altre verdure a gran velocità. Completato l’utilizzo, è facile da smontare, lavare e mettere via. Un’altra caratteristica importante, questo modello può essere facilmente lavata anche in lavastoviglie. Per finire, si tratta di un macchinario piuttosto versatile, dato che il contenitore esterno può essere usato come normale insalatiera e ciotola, essendo piuttosto elegante, mentre la parte interna può servire anche come scolapasta.

Se preferiamo una centrifuga più tradizionale, ossia di quelle a manovella, si consiglia di optare per il modello Moulinex K10101. Risulta essere proprio la qualità storica di questo marchio a garantire il successo di questo strumento, che risulta robusto e saldo durante l’operazione di centrifuga. Inoltre, la manovella è facile da azionare e prende rapidamente velocità con uno sforzo minimo. Anzi, il rischio è quello di sottovalutare la sua azione e accelerare troppo, facendo uno sforzo inutile. Facile da lavare, resiste all’ingiallimento e durerà a lungo. Considerate, però, che si tratta di una centrifuga dalle dimensioni grandi che dà il meglio se viene utilizzata da una famiglia di medie dimensioni. Questo però, non deve essere un deterrente all’acquisto per nuclei famigliari più piccoli o per single. Infatti, una volta asciugata, l’insalata può essere riposta in contenitori ermetici e durare per diversi giorni.

Per chi, invece, alla grandezza preferisce la solidità e non vuole rischiare di trovarsi con una manovella in mano dopo solo pochi utilizzi, si consiglia un modello in acciaio con lavorazione tedesca. Ci riferiamo a alla centrifuga per insalata Kuchenprofi 13 7008 28 00. Questa, formata da solo quattro pezzi, coperchio, cestello, base estraibile per il cestello e contenitore, risulta essere particolarmente facile da montare e smontare, oltre ad essere veloce da lavare per lo stesso motivo. Anche questa, come il primo modello considerato, si avvia tramite cordicella e risulta tra le più vendute. Inoltre svolge la sua funzione alla perfezione, lasciando l’insalata ben asciutta e pronta per essere condita e messa a tavola. Tanto per non farsi mancare nulla, è anche molto silenziosa e stabile durante l’operazione di asciugatura. Il limite è da individuare nel prezzo, decisamente superiore rispetto alla media dei prodotti considerati. Se, però, si riflette sul fatto che il contenitore di acciaio può essere usato degnamente anche come insalatiera, allora può valere la pena di spendere di più.

Chiudiamo questo articolo con un modello a manovella che convince soprattutto per la possibilità, una volta terminato il lavoro, di svuotare via l’acqua senza dover aprire il coperchio. Sempre dagli stessi fori è possibile aggiungere altra acqua per completare più cicli di lavaggio. La centrifuga in questione è Kuuk Kuspn1. Tra gli altri vantaggi ci sono il contenitore con base anti scivolo, che consente di non rischiare problemi mentre si gira la manovella a tutta velocità, e la possibilità di lavare il tutto in lavatrice senza controindicazioni. Il contenitore trasparente permette di tenere sotto controllo la situazione ed è abbastanza elegante da poter essere usato anche come insalatiera. Unico neo sono le dimensioni ridotte che non la rendono adatta a famiglie numerose. Un elemento che mette ancora più in evidenza il costo superiore alla media. Risulta essere vero, però, che si tratta della soluzione migliore per un single.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile trovare la migliore centrifuga per insalata per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.

No products for "centrifuga per insalata" found.