In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli su come scegliere la migliore doccia portatile per le proprie esigenze.

Nonostante la sua indiscutibile bellezza e il riposo garantito dal silenzio in cui ci si immerge, non è tutto oro ciò che riluce, anche per la natura. In effetti, non bisogna mai perdere di vista alcuni fattori fondamentali. Tra questi, ci sono le scomodità a cui si deve comunque fare fronte, come la mancanza di luce o di acqua, soprattutto se ci si trova a campeggiare in una zona non attrezzata.

Per gestire nel migliore dei modi questi piccoli problemi, però, è possibile utilizzare alcune soluzioni come la doccia portatile. Perché anche nell’ambiente selvaggio di un campeggio la pulizia personale è cosa gradita.

Così, dopo avere trascorso una lunga giornata di escursioni, è possibile rilassare il proprio corpo sotto un getto di acqua calda. Per non parlare, poi, della necessità di togliere ogni residuo di sudore e di polvere delle strade di campagna. Ecco, dunque, che per la propria personale fuga dalla città è bene munirsi di una doccia portatile che, oltre a essere economica, rispetta anche tutte le aspettative ambientali.

No products for "doccia portatile" found.

Stabilita la sua utilità, dunque, a questo punto è il caso di considerare più da vicino in che modo è strutturato l’oggetto. Questo è composto da una semplice tanica in gomma o in ghirba. A seconda del modello scelto, poi, la capacità in termini di litri d’acqua varia sensibilmente. Si va da un minimo di cinque litri fino a un massimo di 50.

A questo punto, una volta riempita la propria tanica, è necessario mettere il tutto al sole e aspettare fino a quando non si è raggiunta la temperatura ottimale. In questo modo, dunque, si agisce nell’assoluto rispetto delle norme ecologiche. Una volta portato a termine il riscaldamento naturale, si può inserire la pompa a immersione e procedere con l’utilizzo. Ovviamente non sarà possibile avere la stessa comodità di una doccia casalinga, ma è comunque garantita pulizia e refrigerio. Per essere più specifici relativamente al funzionamento, tutto dipende dalla pompa a immersione che è collegata alla testina della doccia, ossia il soffione, grazie a un tubo. Questo, a sua volta, è ancorato tramite una ventosa all’auto o a una parete. Fatto questo bisogna anche collegare il cavo elettrico all’accendisigari da 12V. Risulta essere così che si impone la spinta giusta alla doccia.

Sempre grazie alla pompa, poi, l’acqua può essere presa facilmente anche da un lavandino, da un laghetto o da un fiumiciattolo. Contribuiscono allo scopo un interruttore e un cavo che, a seconda del modello scelto, può arrivare anche fino a cinque metri . A questo punto, dunque, è chiaro che la doccia portatile è un accessorio che ogni campeggiatore o appassionato delle avventure all’aria aperta dovrebbe possedere, visto che mostra tutta la sua utilità in varie situazioni come il camper, la barca e il campeggio. Inoltre, grazie d un sistema di pannelli solari, facilmente trovabile soprattutto suoi modelli più moderni e completi, non è impossibile godere della piacevolezza dell’acqua alla temperatura migliore e utilizzando le energie rinnovabili.

Stabilito tutto questo, però, è il caso di evidenziare anche alcune differenze. In commercio, infatti, esistono diversi modelli che presentano delle specifiche particolari, come un serbatoio più o meno capiente, la regolazione della temperatura in uscita e l’altezza del soffione. Gli elementi aggiunti, ovviamente, non fanno altro che aumentare il livello di comodità. Inutile dire, però, che il numero di accessori presenti porterà anche a un sensibile aumento del costo finale. Conclusa la descrizione di questo oggetto, è necessario rispondere anche a un altro interrogativo piuttosto valido, quello relativo a dove riporre il tutto alla fine dell’utilizzo in attesa di una nuova fuga dal chiasso cittadino. Anche in questo caso la doccia portatile viene in aiuto, consapevole degli spazi limitati a disposizione in appartamenti sempre meno ampi. Ecco, dunque, che si fa ripiegabile e trasportabile grazie a un comodo sacco in PVC, incluso nella confezione d’acquisto.

Per chi, a questo punto, si fosse convinto della validità di questo oggetto ma non avesse ancora ben chiaro verso quale marca dirigersi per l’acquisto, consigliamo di entrare in un negozio di articoli sportivi dotato di un’ampia sezione per il camping lanciandosi in un viaggio senza fretta tra i vari modelli proposti. Nel caso, poi, si preferisse avere delle indicazioni generali, possiamo evidenziare tra i migliori marchi del settore marche come Brunner, Sodial, Ivation, Nemaxx e Parachini. Per quanto riguarda la fascia di prezzo, invece, si va da un minimo di 20 euro fino a un massimo di 100. A questo punto, ovviamente, tutto dipende dal tipo di modello scelto e, soprattutto, dalla frequenza con cui ci si avventura in una vacanza all’aperto.

Seguendo i consigli proposti in questa guida è possibile scegliere la migliore doccia portatile in modo semplice e veloce.

No products for "doccia portatile" found.