In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore massaggiatore elettrico per le proprie esigenze.

C’è un oggetto che, da alcuni anni, ha conquistato di diritto un posto importante nelle nostre case. Stiamo parlando del massaggiatore elettrico, utilizzato dagli sportivi per aiutare la muscolatura a sciogliersi dopo uno sforzo prolungato o una contrattura ma, soprattutto, amico di molte donne. In questo ultimo caso il suo utilizzo è finalizzato al rimettersi in forma combattendo la cellulite, nemico giurato del mondo femminile, e per rassodare gambe, glutei e braccia. Inevitabile, dunque, che il mercato sia stato letteralmente assediato da un numero incredibile di modelli diversi con funzioni specifiche. Lo scopo di questa guida, dunque, è di fare chiarezza e provare a tracciare le linee generali per la scelta del migliore massaggiatore elettrico, confrontando pregi, difetti e funzionalità. Oltre, naturalmente, ai prezzi.

Cosa Sono i Massaggiatori Elettrici

Partiamo dagli elementi di cui è composto, a grandi linee, ogni massaggiatore. Tipicamente si tratta di un apparecchio dotato di una o più testine vibranti che interagiscono con una o più parti del nostro corpo, abbinando a una funzione rilassante una più specificamente pensata per ridurre l’accumulo di adipe.

In commercio ci sono dei modelli altri arricchiti anche da infrarossi, che si aggiungono alle testine vibranti. Gli infrarossi sono capaci di emettere una luce invisibile all’occhio umano, ma che viene percepita sotto forma di calore. Risulta essere proprio questo che interagisce direttamente con le zone irradiate, contribuendo a rilassare in modo naturale la muscolatura. Inoltre, l’azione combinata delle testine vibranti e degli infrarossi non fa altro che aumentare e amplificare l’efficacia. Il risultato è un evidente incremento del processo snellente oltre, ovviamente, la riduzione di eventuali dolori o fastidi muscolari.

Come Scegliere un Massaggiatore Elettrico

No products for "massaggiatore elettrico" found.

Tenete presente che i massaggiatori elettrici devono essere compatti e semplici da utilizzare. Fondamentale è un utilizzo costante per una quindicina di minuti al giorno. Così si assicura l’ottenimento di risultati visibili nel giro di un paio di mesi. Quindi, a parte le caratteristiche tecniche e la qualità strutturale, che possono fare propendere per un modello piuttosto che per un altro, la discriminante fondamentale è rappresentata dalla costanza. Come in molte altre attività, infatti, anche in questo caso un utilizzo occasionale non porterà alcun beneficio. Un dispositivo leggero e semplice da utilizzare rende ovviamente più facile mantenere costanza.

Un’attenzione particolare deve essere posta nei confronti dei materiali con cui vengono costruiti i massaggiatori elettrici. Si tratta, infatti, di oggetti che devono venire direttamente a contatto con il nostro corpo, quindi è necessario privilegiare la comodità e la sicurezza. La testina, per esempio, è importante che sia realizzata con materiali non pericolosi e che il movimento generato dalla vibrazione non provochi irritazioni. Dunque, per evitare qualsiasi tipo di inconveniente, la maggioranza dei prodotti in commercio sono realizzati con un tipo di plastica specifica, a cui, poi, si abbinano inserti in vari materiali che possono spaziate dalla plastica al neoprene, dalla schiuma al silicone. Ovviamente, la robustezza della scocca e la presenza o meno della tecnologia a infrarossi, vanno a impattare sul prezzo di vendita, perciò bisogna valutare con attenzione quali sono le esigenze esigenze personali. Il rischio spendere inutilmente per un prodotto utilizzato solamente in parte e non nel pieno delle sue possibilità.

L’ultimo elemento di cui bisogna tener conto, poi, è la praticità di utilizzo del prodotto. I modelli più comuni e diffusi sono quelli portatili, alimentati a filo oppure a batteria, che si tengono comodamente in mano e si utilizzano direttamente sulle parti interessate. Considerate che i massaggiatori a filo obbligano a essere posizionati vicino a una presa di corrente. Quelli con le pile, invece, permettono una maggiore libertà di movimento e possono, eventualmente, essere portati anche in viaggio o utilizzati al di fuori delle mura domestiche. Oltre a questi modelli, poi, esistono anche altre tipologie, come quelli inseriti in fasce di dimensioni variabili da applicare localmente in modo da ottenere un massaggio su una zona del corpo più ampia. Anche in questo caso la selezione delle dimensioni e della tipologia del massaggiatore deve essere condizionata dalle proprie esigenze terapeutiche.

Migliori Massaggiatori

Siamo arrivati, a questo punto, al momento più importante. Ossia l’identificazione e la selezione di alcuni dei migliori massaggiatori elettrici sul mercato.

Molto interessante è Sissel 30543, un comodo massaggiatore con due testine, molto apprezzato proprio per la sua maneggevolezza e il design ergonomico. Nonostante le sue piccole dimensioni, questo massaggiatore riesce comunque a garantire un massaggio in grado di sciogliere anche la muscolatura più profonda. Si tratta di un prodotto che ha conquistato, in particolare, il favore delle donne, visto che è consigliato anche come trattamento anticellulite. Gli sportivi, invece, lo utilizzano perché è assolutamente efficace per sciogliere i muscoli dopo una intensa attività sportiva o prima di un massaggio manuale. Risulta essere consigliato anche per le persone che soffrono di problemi di cervicale. A queste caratteristiche tecniche non da poco si aggiunge anche un’evidente funzionalità. Infatti è facile da usare perché è possibile portarlo in viaggio con assoluta comodità. L’unico elemento negativo è una facilità a raggiungere il surriscaldamento. Quando questo accade è necessario spegnere il dispositivo e aspettare che si raffreddi.

Beper 946 è un massaggiatore elettrico anticellulite.
Si tratta di un dispositivo dalle dimensioni ridotte, semplice da utilizzare e piuttosto maneggevole.
Il prezzo è sicuramente vantaggioso, una caratteristica da considerare per chi vuole spendere poco.
Tra gli svantaggi bisogna invece segnalare una certa rumorosità, specialmente con alcuni accessori.

Homcom 71-0048 è invece un massaggiatore elettrico per cervicale.
Si tratta di una fascia massaggiante, molto semplice da utilizzare, tramite la quale è possibile ridurre i fastidi.
Il dispositivo può anche essere utilizzato su altre parti del corpo, come le cosce, e quindi risulta essere piuttosto versatile.
In questo caso il prezzo è però superiore alla media.

Scholl DR1109GE è un dispositivo dotato di teste rotanti che creano la sensazione di un massaggio intenso.
Le dimensioni sono ridotte e anche il peso non è elevato, il massaggiatore risulta essere quindi maneggevole.
La velocità delle teste rotanti può essere impostante, il modello può quindi essere utilizzato su varie parti del corpo.

Come abbiamo spiegato in questa guida, sul mercato sono disponibili massaggiatori elettrici di vario tipo. Seguendo le indicazioni messe a disposizione è possibile scegliere quello più adatto per le proprie esigenze.

No products for "massaggiatore elettrico" found.