In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore portavivande per le proprie esigenze.

Il portavivande è un contenitore, che può avere varie forme e dimensioni, che serve a conservare il cibo per un breve periodo. Risulta essere evidente che si tratta di un oggetto molto utile, che tutti dovremmo avere in casa, possibilmente anche in più varianti.

Oggi si conduce una quotidianità certamente più frenetica rispetto a qualche decennio fa ed il tempo per stare ai fornelli a preparare manicaretti è sempre meno, pertanto non è affatto inusuale che si cucini meno ma in quantità maggiore, così il cibo può essere conservato per qualche giorno e consumato all’occorrenza.

Ovviamente il cibo necessita di essere conservato nel modo giusto, in contenitori adatti ed in grado di mantenerne inalterata l’integrità e la freschezza sia che si debba ricorrere al frigorifero o che basti il ripiano di una dispensa. il portavivande permette di conservare dolci e alimenti salati in condizioni di perfetta igiene.

No products for "portavivande" found.

Inoltre il portavivande è utilizzato da un numero sempre maggiore di lavoratori e lavoratrici abituati a portarsi da casa il pranzo da consumare in ufficio, o negli appositi spazi che le aziende mettono a disposizione dei dipendenti, perché mangiare fuori ogni giorno è dispendioso.
Quindi basta preparare ciò che piace e portarlo.

Vediamo quale portavivande scegliere tra i tanti che è attualmente possibile trovare in commercio.
Premesso che sarebbe opportuno e comodo averne più di uno, tenete conto di quelli che sono i vostri gusti e le vostre esigenze, l’offerta è talmente vasta e variegata che trovare il modello adatto è un gioco da ragazzi.

La prima cosa da osservare al momento dell’acquisto di un portavivande è la chiusura, in quanto oggi ci sono chiusure ermetiche talmente fatte bene da riuscire a mantenere inalterati i sapori dei cibi anche per diversi giorni, in pratica, è come se gli alimenti fossero stati appena cotti.
Valutate anche la possibilità di comprare un portavivande ad isolamento termico, utilissimo soprattutto in estate, quando è facile che il caldo possa alterare i cibi in breve tempo. Questi contenitori, grazie al fatto che riescono ad isolare perfettamente gli alimenti dalla temperatura esterna, li mantengono per ore ed ore freschi e fragranti.

Altri fattori da valutare sono le dimensioni, che devono essere adatte alla quantità di cibo che in genere portate con voi, la forma, che deve essere adatta agli alimenti, la presenza di vari scomparti all’interno del contenitore, perfetti per chi ama portarsi dietro un primo, un secondo e la frutta e la possibilità che il portavivande possa essere inserito nel microonde per scaldare il cibo all’interno, una comodità apprezzata da tanti.

Anche il carrello portavivande pieghevole va scelto in base a diversi fattori, non ultimi quelli estetici.
Questi carrelli infatti sono tutti pratici, leggeri e maneggevoli per potere essere spostati in un attimo, si muovono su rotelle, ma sono anche veri e propri oggetti di design realizzati in materiali e fogge diverse, pertanto sarebbe bene adattarli allo stile della cucina e della camera da pranzo, oltre che dell’appartamento in generale.

Di solito infatti, i carrelli in legno, dall’aspetto più classico e tradizionale, sono adatti a case classiche e di gusto vintage, mentre quelli in plastica o in altri materiali moderni, si sposano alla perfezione con stili ed arredi contemporanei.
Visto che il carrello portavivande è pieghevole, una volta chiuso, quando non serve, occupa poco spazio e non vi sarà quindi difficile sistemarlo in un angolo in cui non sia di intralcio. Di solito esso, quando è aperto e pronto all’uso, è costituito da più ripiani, su cui è facile disporre piatti, bicchieri e cibi e portarli in un secondo dove serve.

Come già detto in precedenza, molti portavivande sono oggetti dal design curato che consentono di presentare ed offrire i cibi con classe e gusto.
Notevole è l’effetto di portare un dolce o dei biscotti o una bella e fresca insalata di riso in un portavivande esteticamente accattivante.
Gli ospiti resteranno rapiti e l’incontro, che sia una merenda o una cena in giardino, un pranzo o solo uno spuntino, sarà un successo.
Portavivande e carrelli portavivande sono in genere facili da pulire, soprattutto se si scelgono materiali come la plastica e l’acciaio, mentre il legno richiede qualche piccola accortezza in più, anche se anch’esso è resistente e duraturo se mantenuto nella maniera corretta.

Vediamo quanto costano i portavivande e i carrelli portavivande.
Non è possibile rispondere a questa domanda in modo univoco e valido per tutti i modelli, poiché essi sono tanti e fatti con materiali, rifiniture accessori diversi, tuttavia il costo dipende principalmente dalla qualità dell’oggetto.

In ogni caso è possibile trovare in commercio portavivande e carrelli portavivande piuttosto economici ma ugualmente validi sotto l’aspetto funzionale ed estetico, che vi renderanno la quotidianità più comoda in casa senza che dobbiate spendere un patrimonio.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore portavivande in modo semplice e veloce.

No products for "portavivande" found.