In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli su come scegliere le migliori batterie ricaricabili AA in modo semplice e veloce.

Ormai è sempre maggiore la necessità di non produrre una quantità eccessiva di rifiuti. Questo significa che prestare attenzione all’ambiente, ormai, non è solo un atto di responsabilità volontaria, ma una vera e propria necessità. Per fare ognuno la propria parte in questo senso, un passo importante è rappresento anche dallo scegliere e utilizzare quotidianamente batterie ricaricabili. Cerchiamo di capire quali sono i vantaggi presentati da questo prodotto. Prima di tutto le batterie ricaricabili durano a lungo e possono essere messe in un caricabatterie per rinnovare la loro potenza quando inizia a diminuire. Visto, però, il grande numero di marche messe a disposizione sul mercato, ci sono degli elementi da considerare prima di procedere all’acquisto. Prima di tutto, gli acquirenti devono sapere come scegliere le migliori batterie in base al loro utilizzo. Queste, infatti, sono disponibili in diversi livelli di mAh. Questo significa che, più alto è il livello, maggiore sarà la durata della batteria. Inoltre, si deve prendere in considerazione anche il produttore. Come abbiamo già accennato, infatti, ci sono diverse marche di batterie ricaricabili, come Sanyo, Duracell, Energizer, e Sony.

Inoltre è possibile acquistare anche delle batterie ricaricabili in grado di rivelare la durata della carica. Tra questi i modelli più popolari sono le batterie al nichel cadmio e al nichel metallo idruro.

Prima di procedere a definire i vari tipi di batterie ricaricabili, è bene far chiarezza su un elemento che abbiamo già citato è che potrebbe essere misterioso. Si tratta del milliampereora. In una batteria ricaricabile AA questo elemento è rappresentato da un numero compreso tra i 200 mAh e gli 8000 mAh. In sostanza con queste cifre si definisce la durata della batteria per ogni ricarica. Per questo motivo gli acquirenti, prima di comprare una batterie ricaricabile, dovranno riflettere con attenzione su quale dispositivo vorranno utilizzarla. Si tratta di un passo importante al fine di potere scegliere il corretto valore di milliampereora. Per esempio, prodotti più complessi come le macchine fotografiche digitali richiedono sicuramente più potenza di un telecomando o di una torcia LED. In questo caso, quindi, è necessario scegliere delle batterie con un alto mAh. Per evitare errori e trovarsi con una batteria dalla durata inferiore rispetto alle aspettative, basta trarre le informazioni utili nei requisiti dei disponibili.

Come Scegliere Batterie Ricaricabili

Bestseller No. 1
AmazonBasics - Pile Ricaricabili Stilo AA ad alta capacità, pre-caricate, 8 pezzi, durata di 500 cicli (2500 mAh, min. 2400 mAh). Involucro esterno variabile
  • Auto-scarica ridotta, migliore efficienza
  • Alta capacità, centinaia di cicli
  • Eccellente performance anche in sovraccarico
  • Precaricate a energia solare
  • Made in Japan
Bestseller No. 2
AmazonBasics - Pile Ricaricabili Stilo AA Ni-MH, precaricate, 1000 cicli (tipico 2000 mAh/minimo 1900 mAh), confezione da 8 pezzi. Involucro esterno variabile
  • Migliore tasso di riduzione della carica per inutilizzo
  • Ricaricabili molto più velocemente
  • Eccellente performance anche in sovraccarico
  • Precaricate a energia solare
  • Made in Japan
Bestseller No. 3
AmazonBasics - Carica batterie con porta USB per batterie Ni-MH AA e AAA
  • Caricabatteria con porta USB per batterie Ni-Mh, 4 ore di carica.
  • Ricarica 2 o 4 batterie AA o AAA contemporaneamente.
  • Protegge contro l'inversione di polarità e il sovraccarico.
  • Tecnologia di compatibilità integrata per uso universale (AC 100 - 240 V).
Bestseller No. 4
AmazonBasics - Pile Ricaricabili Mini Stilo AAA precaricate NiMH (confezione da 12, 800 mAh)
  • Pacco da 12 batterie AAA ricaricabili da 800 mAh (1.2V) per macchine fotografiche digitali, telecomandi, etc.
  • Già cariche e pronte all'uso appena aperte
  • Lo scaricamento graduale mantiene l'80% della capacità
  • Riunisce il meglio delle alcaline AA (pronte all'uso) e delle ricaricabili
  • Spedizione in imballaggi apertura facile autorizzati - Il colore dell'involucro potrebbe essere bianco
Bestseller No. 5
Energizer AA-HR6 Extreme Batteria Ricaricabile, AA, 2300 mAh, Argento, (4 Pezzi)
  • Energizer
  • 4 pile AA ricaricabili
  • Capacità: 2300 mAh
  • Precaricate
  • NiMh

Detto questo, andiamo più nello specifico. Come abbiamo già accennato, esistono diversi tipi di batterie ricaricabili. Queste includono le NiMH, Nickel Metallo Idruro, e le NiCd, Nichel Cadmio. Ognuno di questi tipi ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi, che cercheremo di conoscere e identificare proprio in questo articolo per aiutare gli acquirenti a dirigersi verso la tipologia più appropriata alle proprie necessità. Iniziamo con le NiCd, ossia Nichel Cadmio. Queste batterie ricaricabili utilizzano l’idrossido di ossido di nichel e il cadmio metallico come elettrodi. Tra i loro vantaggi c’è sicuramente una durata maggiore, almeno rispetto a altre batterie ricaricabili. Inoltre hanno un’ottima resa anche con tassi elevati di scarico e mantengono intatte le loro prestazioni anche a basse temperature. Tra gli elementi negativi, invece, ci sono sicuramente i materiali utilizzati. Infatti, per permettere queste prestazioni, sono più costosi rispetto alla concorrenza. Per quanto riguarda la loro struttura, poi, queste batterie sono dotate di un involucro metallico e una piastra di tenuta con una valvola di sicurezza auto sigillante. Inoltre, gli elettrodi positivi e negativi sono separati e avvolti in una forma a spirale. A prima vista può sembrare un elemento di poca importanza ma, in realtà, permette alla batteria di erogare una corrente massima molto superiore rispetto alla maggioranza delle altre batterie. Tenete a mente un altro particolare importante, queste batterie richiedono un caricabatterie diverso, con una tensione leggermente superiore. Le Nichel Cadmio di solito hanno un limite termico, che avverte il caricabatterie nel momento in cui la batteria ha raggiunto il suo potenziale di carica. Questo aiuterà a prevenire il sovraccarico della batteria e aiutare a prolungare la durata. Ma la domanda fondamentale è solamente una, quella relativa a quale dispositivo si adattano alla perfezione in modo di garantire il migliore funzionamento e la durata più lunga. Questo tipo di batterie sono comunemente usate nei telecomandi, nelle tastiere wireless e nei mouse wireless. Infatti forniscono il giusto livello di potenza senza un elevato auto scarico, che può portare alla riduzione della durata della batteria.

Passiamo alle batterie NiMH, Nickel Metallo Idruro. Queste batterie utilizzano elettrodi positivi di nichel idrossido ferrico, mentre gli elettrodi negativi utilizzano un assorbimento di idrogeno in lega. La caratteristica principale è da individuare nel tipo di capacità a loro disposizione. Questa, infatti, può essere addirittura due o tre volte superiore alla capacità di una batteria al nichel cadmio di dimensioni simili. In sintesi, significa che le batterie ricaricabili AA di questo tipo hanno, solitamente, una capacità di carica nominale che varia da 1100 a 2800 mAh. Chiunque abbia intenzione di utilizzare questo tipo di batterie deve tenere conto di un particolare, bisogna fare attenzione a inserirle nell’unità di ricarica prima che avvenga lo scarico totale della cellula. In questo modo si evita il rischio di danneggiarle e ci si assicura batterie capaci di funzionare il più a lungo possibile, ammortizzandone così anche il costo iniziale. Vediamo quali sono i rischi cui si incorre nel caso si compia un errore in questo senso, in breve, se la batteria viene messa in un caricabatterie dopo che si è completamente svuotata, non è assolutamente escluso che si verifichi l’inversione di polarità attraverso l’unità di ricarica. Questo potrebbe portare anche alla distruzione di tutte le altre batterie in carica. Ma non è questo l’unico caso. Infatti l’inconveniente può accadere anche quando le batterie sono utilizzate in più dispositivi, come per esempio le fotocamere digitali. Risulta essere vero che alcune fotocamere attualmente in commercio includono lo spegnimento automatico. Questo dispositivo è un elemento importante visto che aiuta a evitare che si incorra nel problema descritto fino a questo punto. Nel caso sia dotata di questa funzionalità, la fotocamera è in grado di rilevare che una cella è più utilizzata rispetto alle altre. Da questo deriva la sua reazione automatica, ossia lo spegnimento. Quando accade questo, bisognerà rimuovere e ricaricare le batterie per tenerle pronte a un uso seguente. Per quanto riguarda, invece, la questione dei dispositivi Queste batterie sono comunemente utilizzate nelle fotocamere digitali e nelle torce, grazie alla loro lunga durata e agli elevati livelli di mAh.

Ovviamente molte sono le aziende che producono batterie ricaricabili. Per questo si consiglia sempre di dirigere la propria scelta verso quelle prodotte da marchi conosciuti e, se così possiamo definirli, rispettabili. Alcune di queste aziende sono Sony, Sanyo, Energizer e Duracell. Vediamo nel dettaglio l’offerta proposta da ognuno di loro.

Sony, per esempio, offre una vasta gamma di batterie ricaricabili e caricabatterie di tutti i tipi e dimensioni. La scelta spazia tra le A e le D, e sono disponibili in NiMH e agli ioni di litio. Ognuno di questi prodotti offre all’utente un diverso livello di qualità e durata. Inutile dire che tutti questi aspetti devono essere considerati attentamente prima dell’acquisto. Per esempio, se i compratori vogliono avere una batteria di lunga durata per la loro macchina fotografica digitale o controller di gioco, è consigliabile optare per la ricaricabile agli ioni di litio, che assicura molta potenza senza troppa auto scarica.

Per quanto riguarda Duracell, invece, l’azienda offre ai consumatori un paio di opzioni diverse. La più popolare è, senza alcun dubbio, la batteria ricaricabile NiMH Stay Charged. Un acquisto importante, almeno per il portafoglio. Questo tipo di batterie costano leggermente di più rispetto alle altre, però hanno anche un vantaggio evidente, riescono a durare per centinaia di cariche. Per questo motivo risultano essere particolarmente ideale per i dispositivi ad alto scarico, come le fotocamere digitali. La Duracell, però, offre anche un altro tipo di opzione. Si tratta della batteria ricaricabile normale. Anche questa è stata progettata con la stessa tecnologia dell’altra. Il che significa che riesce a durare senza alcun problema apparente per centinaia di cariche e può essere utilizzata anche lei con dispositivi ad alta potenza.

Per quanto riguarda le batterie ricaricabili Energizer, sono disponibili in una grande varietà di formati per tutti i dispositivi presenti in casa. Queste possono durare fino a quattro volte di più quando vengono utilizzate per le fotocamere digitali, riescono a mantenere la carica addirittura fino a sei mesi, e possono essere ricaricate senza problemi centinaia di volte. Inoltre forniscono un’elevata potenza per ricarica e sono l’ideale per i dispositivi che richiedono molta potenza, come appunto fotocamere digitali. Sono perfette anche per dispositivi che non vengono utilizzati frequentemente, come telecomandi e torce elettriche.

Anche Sanyo propone diversi tipi di batterie ricaricabili, con differenti livelli di mAh. Le più popolari sono le batterie NiMH a 2700mAh. Queste batterie hanno ottime caratteristiche per quanto riguarda l’energia prodotta, come per esempio la tensione stabile con corrente ad alta frequenza continua. Possono essere caricate e ricaricate centinaia di volte. Considerando i diversi dispositivi dove possono essere applicate, questo tipo di batterie offrono ottime prestazioni con le macchine fotografiche.

Seguendo le indicazioni presenti in questa guida è possibile individuare le migliori batterie ricaricabili AA in modo semplice e veloce.

No products for "batterie ricaricabili" found.