In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore avvitatore a batteria.

Un avvitatore a batteria è uno strumento in grado di avvitare e perforare legno e metalli, alcuni modelli riescono anche col cemento. Non tutti sanno che l’avvitatore è uno di quegli utensili di cui non si può fare a meno. In questa guida elencheremo alcuni informazioni utili per capire come scegliere il modello più adatto a voi, parlando innanzitutto delle caratteristiche indispensabili che un avvitatore a batteria deve avere. Sul mercato, infatti, esistono davvero numerosi modelli e si rischia spesso di fare confusione, ritrovandosi con un avvitatore che non rispecchia le proprie esigenze.

Per prima cosa, è bene assicurarsi che l’avvitatore che si sta per acquistare sia compatto e resistente, soprattutto se si sceglie di utilizzarlo spesso, con un peso non troppo eccessivo, sempre sotto i 2 kg, e con una presa ergonomica e magari rivestita con materiale antiscivolo. I nuovi modelli, addirittura, sono dotati di una luce che illumina le zone buie, oltre a disporre di tecnologia autoserrante in modo da evitare il cambio degli inserti con la chiavetta.

Risulta essere importante accertarsi, inoltre, che nella confezione da acquistare sia sempre presente una batteria di ricambio, punte, inserti e una valigetta da trasporto per contenere il tutto.

No products for "avvitatore a batteria" found.

Risulta essere importante che il motore abbia una buona potenza, un motore più potente sarà sicuramente molto utile e garantirà un lavoro migliore, l’ideale sarebbe tra i 12 e i 15 Volt. In genere, i modelli di buona fascia permettono di scegliere fra più velocità, è bene controllare sempre quanto sia la velocità superiore dei giri/minuti, di solito gli avvitatori di buona qualità si aggirano intorno ai 1000.

Un altro importante aspetto di un avvitatore è la sua capacità di foratura, in genere, la maggioranza dei modelli sono in grado di perforare metallo e legno, se desiderate un dispositivo che effettui buchi anche in materiali più resistenti, avrete bisogno di un trapano avvitatore battente e in questo caso bisogna controllare il numero dei colpi al minuto, almeno sopra i 15000. Per una foratura normale, invece ci si può accontentare di 25 mm di diametro per il legno e di 10 mm per i metalli.

Alcuni modelli, ma non tutti purtroppo, sono dotati di alcune interessanti e comode funzioni come quella con cui è possibile cambiare gli accessori con una sola mano o quella che ci permette di invertire il senso di rotazione dell’avvitatore, o ancora alcuni esemplari sono dotati di un meccanismo a frizione per regolare la forza con cui viene avvitata la vite.

Inoltre, visto che parliamo di avvitatori a batterie, è il caso di spendere due parole in merito a questo tipo di alimentazione, le batterie potranno essere Ni-Cd, Ni-Mh o al Litio. Le prime non necessitano di particolare cura e non si danneggiano facilmente, anzi durano nel tempo e nemmeno si rovinano se lasciate scariche per molto tempo, tuttavia va detto che un mancato utilizzo può provocare una cortocircuito, all’interno delle batterie si producono dentriti se poco utilizzata, causando in seguito cortocircuiti e la conseguente rottura della batteria, le batterie Ni-Mh hanno un’ottima durata, ma un costo molto alto, infine quelle al Litio sono leggere e hanno una densità di carica elevata, e il modo migliore per utilizzarle è non farle mai scaricare completamente e ricaricarle spesso, presentano infatti degrado progressivo quando non vengono utilizzate.

In conclusione, al momento dell’acquisto di un avvitatore a batteria, vi suggeriamo di prestare particolare attenzione a alcune semplici caratteristiche, al design e al corpo macchina, al peso, che deve essere sempre inferiore ai 2 kg così da non aver difficoltà nel maneggiare lo strumento, alla presenza di materiale antiscivolo, di una presa ergonomica e di accessori. Risulta essere inoltre importante non trascurare la potenza dell’oggetto, che non deve mai essere al di sotto dei 9 Volt, i giri/minuti, almeno 1000, la presenza di velocità variabili, la buona capacità di foratura, 10 mm per metalli, 25 mm per legno.

Il prezzo di un avvitatore a batteria varia, naturalmente, a seconda delle diverse caratteristiche dello strumento, è possibile trovarne a prezzi abbordabili e molto economici, parliamo anche di modelli sui 40 euro, o appartenenti a fasce superiori e quindi con prezzi decisamente più esosi, alcuni arrivano anche a 3000 o addirittura 6000 euro. Risulta essere possibile acquistare questo prodotto nei rivenditori autorizzati o online, dove si trovano numerose offerte e dove si può risparmiare denaro.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore avvitatore a batteria per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.

No products for "avvitatore a batteria" found.