In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore robot da cucina in modo semplice e veloce.

La cucina è una delle passioni degli italiani, sono in molti a indossare una divisa da chef. Almeno nell’intimità della propria cucina, dove risulta essere possibile vantare un’esperienza stellata. Almeno tra amici e parenti. Questo nuovo talento è stato evidenziato soprattutto dai numerosi programmi di cucina che, anno dopo anno, hanno popolato sempre di più la nostra televisione, creando dei nuovi personaggi e non solo. Perché, nonostante il piglio da artisti dispotici assunto da alcuni chef, ormai raggiunti dalla fama televisiva, a conquistare una posizione di rilievo sono gli strumenti da cucina, trasformati in veri e propri gadget di cui si è scoperto l’essenziale utilità. In breve, non è raro cadere in estasi di fronte a uno sminuzzatote di ultima generazione o a un set di stampi per dolci in silicone, comprendendo di non poterne fare assolutamente a meno per realizzare le vostre cene tra amici.

Risulta essere così che il robot da cucina si è trasformato in uno degli moderni oggetti del desiderio, arrivando a soppiantare per alcune signore e signorine anche il vecchio caro solitario. In questo senso, dunque, oggi possiamo affermare con un certo stupore che un robot da cucina è per sempre. Anche in questo mondo così sfaccettato e in crescita, però, esistono delle differenze piuttosto evidenti. Questo significa, proprio come i diamanti, sul mercato esistono vari modelli di robot che possono vantare caratteristiche più o meno preziose e rare, come avviene con la purezza dei diamanti. In alcuni casi, poi, oltre al l’efficienza tecnica, questi oggetti sono dotati anche di una bellezza estetica capace di trasformarli in elementi di arredo della propria cucina. Basti pensare, per esempio, al famoso Kitchenaid, realizzato in varie nuance e con uno stile retrò che riporta agli ambienti casalinghi dell’America anni cinquanta.

Dunque, vediamo come orientarsi in questa giungla di robot da cucina in moda di scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze abbinando, in alcuni casi, una spesa contenuta o, comunque, giusta rispetto alle possibilità del prodotto. Con questo articolo si cercherà proprio di indagare le varie possibilità offerte dal mercato ma, soprattutto, si cercherà di evidenziare le caratteristiche che dovrebbe avere qualsiasi buon robot da cucina. Quindi, prendete carta e penna, e appuntate gli elementi di cui andremo a parlare per ottenere, poi, un acquisto più consapevole. Il che, in parole povere, vuol dire evitare di doversi, poi, confrontare con una macchina troppo complessa o insufficiente alle vostre esigenze che, oltretutto, occupa anche un certo spazio.

Come Scegliere Robot da Cucina

Bestseller No. 1
Kenwood KMM770, Robot da cucina Major Premier 6,7 L, Argento
  • Materiale corpo macchina: Alluminio pressofuso
  • Materiale ciotola: Acciaio inox spazzolato
  • Materiale utensili di miscelazione: Rivestito
  • Potenza: 1200 W,1200 W
  • Velocità di lavorazione: Variabile
Bestseller No. 2
Ariete Cotton Candy Macchina per lo Zucchero Filato
  • Semplice e facile da usare
  • Funziona sia con la granella di zucchero per un rapido cono di zucchero filato in molti gusti diversi
  • Facile da pulire e smontare
  • cucchiaio di misura incluso
  • Due coni di plastica inclusi
Bestseller No. 3
Philips HR7761/00 Robot da cucina 3 in 1, Multifunzione con Frullatore + Tritatutto, 750 W- Viva Collection -
  • Tecnologia PowerChop + 10 Accessori per oltre 28 Funzioni
  • Motore 750 W + 2 Impostazioni della velocità/Funzione Pulse + Recipiente 2,1 L
  • Frullatore + Tritatutto
  • Lama S mezzaluna affilata e robusta in acciaio inox - Montare, Triturare, Sbriciolare, Tagliare, Ripiegare, Schiacciare, Tritare
  • 5 Dischi in acciaio inox ad alte prestazioni - Triturare, Sminuzzare, Affettare
Bestseller No. 4
Kitchenaid 5K45SSEWH Robot Mixer Multifunzioni, colore: Bianco
  • Descrizione del prodotto: Kitchenaid Classic 5K45SSE, Robot da cucina multifunzione
  • Tipo di prodotto: Robot da cucina
  • Peso: 10.75 kg
  • Colore: Bianco
  • Funzioni: Mixer, Impastatrice, Tritatutto
Bestseller No. 5
KENWOOD KM094 Robot Da Cucina Cooking Chef, Argento
  • Materiale corpo macchina: Alluminio pressofuso
  • Materiale ciotola: Acciaio inox
  • Materiale utensili di miscelazione: Acciaio inox
  • Velocità di lavorazione: Velocità variabile + Pulse - 3 velocità di mescolamento
  • Dimensioni ciotola: 6,7 l capacità totale; 3 l capacità in cottura

Per prima cosa, bisogna capire che un robot da cucina utilizza un solo corpo macchina e sul perno si possono agganciare vari accessori per utilizzi differenti. Per questo motivo un buon robot da cucina deve assolutamente essere accessoriato. All’appello, per esempio, non può mancare il frullatore, che deve avere una buona capienza e, nei casi migliori, essere in vetro.

Un altro prodotto assolutamente indispensabile per un robot da cucina di tutto rispetto è il tritatutto, in grado di macinare la carne, la verdura ed ogni altro tipo di alimento. Sicuramente meno importante è lo spremiagrumi, che può essere acquistato a parte con una spesa minima. A qualcuno, però, potrebbe comunque interessare averlo in dotazione, così come la centrifuga. Per esempio, ci sono alcuni modelli con una entrata molto ampia. In questo modo si risparmia del tempo perché non si deve fare a pezzi la frutta. Infine, per l’impasto e il montaggio si utilizzano ganci e fruste, meglio se in acciaio inox perché più resistenti e si possono anche lavare in lavastoviglie. Quindi, ricapitolando,ecco da cosa non dovrebbe mancare tra gli accessori, Frullatore, Tritatutto, Spremi agrumi, Centrifuga, Fruste e Gancio per l’impasto.

Un altro elemento di cui tenere conto è sicuramente il motore e la sua capacità. La potenza è certamente un fattore che gioca il suo ruolo, visto che alcuni modelli hanno velocità differenti da selezionare a seconda della ricetta. Solitamente una capienza molto ampia necessita di una potenza maggiore. In questo caso anche il costo sale del robot da cucina sale. Per questo motivo la scelta, ancora una volta, dipende dalle necessità personali. Infatti, se non si ha una famiglia numerosa, è piuttosto inutile spendere cifre elevate per prodotti che aumentano di prezzo proprio per i motivi che abbiamo appena descritto. Alcune macchine, lavorano per diffusione diretta del motore senza utilizzare una cinghia di distribuzione. In questi casi, si ha un wattaggio molto basso ma allo stesso tempo si garantiscono ottime performance senza subire danni. Solitamente i corpi macchina sono in plastica o in alluminio pressofuso, queso è superiore alla plastica perché più durevole nel tempo in quanto non soggetto a alcun tipo di deterioramento e deformazione. Dunque,dal punto di vista meccanico il robot deve avere wattaggio alto se lavora grosse quantità, il wattaggio in questione può essere basso se non c’è la cinghia di distribuzione e, per finire, il rivestimento in plastica di qualità, anche se quello in alluminio pressofuso è sicuramente migliore.

Per compiere un altro passo verso la giusta scelta si deve considerare l’aspetto tecnologico. Come è facile presupporre, nel corso dei decenni dalla nascita dei robot da cucina negli anni sessanta, l’aspetto tecnico è stato sottoposto a dei miglioramenti molto interessanti, soprattutto la parte dell’impasto. In modo particolare, l’ultima innovazione è quella definita movimento planetario. Nello specifico si tratta di una particolare funzione attraverso la quale è possibile tenere sempre l’impasto nel centro. I risultati sono reali. Per esempio, l’impasto per la pizza o il pane risulta più morbido e la panna montata più voluminosa.

I vantaggi, però, non sono presenti solo sotto dal punto di vista culinario, ma anche nel settore specifico della sicurezza. Infatti, i robot da cucina più evoluti sono molto attenti alla prevenzione. Questo significa che il motore è in grado di bloccarsi automaticamente nel caso si stia rischiando il surriscaldamento. Se, invece, non è stato agganciato bene l’accessorio sul perno o il coperchio non è ben chiuso, il robot non si aziona proprio. I vantaggi, in questo caso, sono quelli di evitare schizzi da ripulire ma anche quelli più pericolosi per chi lo utilizza. Dunque, ecco le caratteristiche che non devono mancare alla vostra macchina dal punto di vista tecnico: la tecnologia più avanzata per quanto riguarda l’impasto e il montaggio movimento planetario, la sicurezza per il surriscaldamento del motore e il sistema di sicurezza con blocco.

Ultimo elemento da considerare sono le dimensioni del robot. Si tratta di una caratteristica che non bisogna assolutamente mettere in secondo piano, ma che vale tanto quanto le altre di cui abbiamo parlato fino ad ora. A renderlo così fondamentale sono soprattutto le dimensioni attuali degli appartamenti e delle cucine. Per non parlare delle famiglie, anche queste sempre meno poco numerose. Detto questo, perché lasciarsi sedurre da un macchinario certo lucente e ricco di ogni optional possibile, se questo rischia di rendere soffocante la propria cucina, oltre che impedire ogni normale attività quotidiana. Le motivazioni, ovviamente, non esistono. Da questo la necessità di tenere conto delle dimensioni del robot scelto. Un altro suggerimento valido, ad esempio, è quello di evitare di comprare una macchina da cucina con accessori che già sono presenti in casa. Si fa riferimento, per esempio, allo spremiagrumi o alla centrifuga. Due elementi che possono essere acquistati in un secondo tempi senza per questo andare a diminuire il valore del robot. A questo punto, fatte le dovute considerazioni in fatto di organizzazione culinaria, si deve prestare attenzione anche alla lunghezza del cavo. Infatti, se il ripiano destinato al robot è troppo lontano dalla presa di corrente, un cavo corto necessiterà di prolunga. E questo non rappresenta certo il massimo della comodità. Per chiudere le considerazioni sulle dimensioni, queste sono le caratteristiche di base necessarie: spazio sufficiente per un kit completo, un posto accanto alla presa per non utilizzare la prolunga, evitare di acquistare un robot da cucina con il cavo troppo corto.

Prezzi Robot da Cucina

Il prezzo dei robot da cucina varia a seconda dei materiali utilizzati, del tipo di tecnologia, della potenza del motore e del marchio.

I modelli più semplici hanno un prezzo compreso tra 40 e 100 euro, quelli di fascia media hanno invece un costo compreso tra 100 e 250 euro.
Per chi vuole modelli di qualità superiore, è necessario prevedere una spesa tra 250 e 500 euro.
Il prezzo dei robot da cucina professionale può invece arivare anche a mille euro.

Tra i marchi di robot da cucina più conosciuti segnaliamo Kenwood, Moulinex, Bosch, Philips e Braun.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore robot da cucina per le proprie esigenze in modo semplice e veloce.

No products for "robot da cucina" found.