In questa guida mettiamo a disposizione alcuni consigli utili su come scegliere il migliore schiaccia bottiglie di plastica elettrico per le proprie esigenze.

Nell’ultimo periodo sempre più famiglie sono state coinvolte nell’impegnativa attività della raccolta differenziata. Provvedere a questo dovere, importantissimo per cercare di fare la propria parte a favore dell’ambiente, richiede non poche energie.

In effetti, oltre alla classica divisione tra plastica e umido, non si deve certo dimenticare di lavare i contenitori con particolare attenzione prima di gettarli, per non parlare, poi, della necessità di ricompattare i volumi.

In questa guida ci si soffermerà, dunque, sulle soluzioni pensate per risolvere nel migliore dei modi la gestione delle bottiglie di plastica utilizzate per acqua o per bibite. Qualunque sia il liquido contenuto, una volta terminato, queste devono essere necessariamente schiacciate per ridurre lo spazio occupato in casa e anche all’interno del cassonetto preposto. Per svolgere questa funzione oggi è possibile ricorrere all’aiuto di uno strumento diventato essenziale. Nello specifico si fa riferimento allo schiaccia bottiglie che, ormai, sembra avere conquistato un posto in molte case.

Bestseller No. 1
Meliconi Schiaccia Bottiglie E Lattine
  • MELICONI
  • Articoli per la casa e mobili.
Bestseller No. 2
FACiLiTEC - Ecopress, compattatore per bottiglie, non utilizzabile con scatolo e lattine
  • Grazie alla funzione Tilt economia di spazio, con la deformazione riducete il volume della bottiglia fino all’80%.
  • Schiacciare manualmente le bottiglie in plastica PET è faticoso. Con questa pressa potete farlo senza alcuno sforzo fisico e in un tempo record.
  • Amico dell'ambiente, questo prodotto non contiene sostanze nocive. Grazie alla deformazione della bottiglia in PET si risparmiano dei costi logistici nella gestione dei rifiuti.
  • Design robusto ed elegante, utilizzabile all'interno dell'azienda e in ogni casa.
  • Peso: 2,4 kg.

Stabilita la sua utilità a questo punto, è inevitabile chiedersi come scegliere il modello migliore in grado di soddisfare le proprie esigenze. Per ottenere una risposta soddisfacente è sempre importante tenere presente un elemento fondamentale, ossia il tipo di utilizzo che si intende fare dello strumento. In base a questo, poi, sarà possibile aggirarsi tra le varie possibilità messe sul mercato senza per questo sentirsi spaesati.

Consapevoli della richiesta e della necessità di dovere fare fronte alle effettive richieste del mercato, le varie aziende si sono concentrate sulla realizzazione di due diverse tipologie di dispositivi, manuali ed elettrici. Nel primo caso ci troviamo davanti ad una soluzione che sembra adattarsi alla perfezione alle necessità e alle ambientazioni domestiche. Il macchinario, infatti, può essere fissato a una parete della cucina e azionato con la semplice pressione delle mani. In questo modo, dunque, bottiglie e lattine vengono appiattite velocemente e senza sforzo.

Un discorso a parte, invece, meritano i modelli di schiaccia bottiglie elettrico. In questo caso, infatti, il macchinario ha lo scopo e la funzione di andare a ridurre le bottiglie e altri contenitori in grandi quantità giornaliere. Per quanto possa essere numerosa, una famiglia raramente riesce a sviluppare una grande necessità di intervento ogni singolo giorno della settimana. Ecco, dunque, che gli schiaccia bottiglie elettrici possono essere considerati dei macchinari più adatti e consoni alle necessità di smaltimento tipiche di una grande struttura di accoglienza come ristoranti e bar. Oltre al numero incredibile di bottiglie su cui è possibile agire velocemente, la soluzione elettrica non richiede sforzo aggiuntivo. Per ottenere il risultato desiderato, infatti, è sufficiente inserire i vari vuoti di plastica all’interno del vano preposto e premere il pulsante per azionare il tutto..

Tornando, poi, ad ambientazioni e utilizzi più casalinghi, si ricorda che attualmente è possibile inserire lo schiaccia bottiglie elettriche anche all’interno delle moderne cucine accessoriate. Questo nuovo accessorio può essere affiancato anche dal tritarifiuti, altro elemento essenziale per andare a eliminare i rifiuti alimentari, ossia quello che è definito come umido. Le varie aziende interessate alla progettazione e alla produzione di cucine, infatti, dimostrano di essere sempre più interessate a inserire all’interno della struttura portante degli elementi grazie ai quali rendere la propria quotidianità veloce e all’insegna della pratica senza dimenticare, però, di prestare più di un occhio di riguardo nei confronti dell’ambiente.

A semplificare ulteriormente questa nuova cultura della differenziata, poi, contribuiscono anche i costi dei macchinari elettrici considerati. Per quanto riguarda, infatti, un semplice schiaccia bottiglie manuale è richiesta una spesa veramente esigua, pari a pochi euro. Il costo, invece, di un modello elettrico si alza senza andare, però, a raggiungere cifre proibitive. Ecco, dunque, che, cambiando le necessità e subentrando nuove attività da svolgere, cambia anche la composizione della cucina e degli accessori che la definiscono.

Seguendo le indicazioni proposte in questa guida è possibile scegliere il migliore schiaccia bottiglie di plastica elettrico in modo semplice e veloce.

Bestseller No. 1
Meliconi Schiaccia Bottiglie E Lattine
  • MELICONI
  • Articoli per la casa e mobili.
Bestseller No. 2
FACiLiTEC - Ecopress, compattatore per bottiglie, non utilizzabile con scatolo e lattine
  • Grazie alla funzione Tilt economia di spazio, con la deformazione riducete il volume della bottiglia fino all’80%.
  • Schiacciare manualmente le bottiglie in plastica PET è faticoso. Con questa pressa potete farlo senza alcuno sforzo fisico e in un tempo record.
  • Amico dell'ambiente, questo prodotto non contiene sostanze nocive. Grazie alla deformazione della bottiglia in PET si risparmiano dei costi logistici nella gestione dei rifiuti.
  • Design robusto ed elegante, utilizzabile all'interno dell'azienda e in ogni casa.
  • Peso: 2,4 kg.